italiano - english
 
Cerca
 
Davide Kainich
 

Davide Kainich nasce il 29 febbraio 1972 a Udine. Inizia a montare a 6 anni i cavalli del padre, appassionato di galoppo, che aveva una scuderia in casa. Il suo primo insegnante è il fratello maggiore, i primi cavalli sono giovani e forti galoppatori ed è  tra argini e campi che Davide, da tutti conosciuto come Dindo, decide per il salto ostacoli.

 
Inizia quindi a frequentare l’allora Centro di Equitazione Federale di Portogruaro, dove il Gen. Lucio Manzin (che ha partecipato a quattro Olimpiadi per il completo) lo accompagna ai primi concorsi e dove conosce il suo amico di sempre, Riccardo Martinengo Marquet.
 
Con la sua prima cavalla, Cosetta III, all’età di 11 anni Dindo vince i Campionati Regionali del Friuli, e sempre con lei, l’anno successivo, ottiene l’autorizzazione a montare di 1° grado. I primi successi confermano il suo talento e soprattutto consolidano la sua volontà a diventare protagonista di quei concorsi prestigiosi che all’epoca guardava in solo in TV per prendere spunti tecnici e stilistici dai grandi campioni del momento.
 
A 19 anni Davide inizia a lavorare per un commerciante di cavalli di Imola, Massimo Farina, grazie al quale non solo ha la possibilità di montare dei cavalli più qualitativi di quelli ai quali era abituato, ma anche di conoscere il mondo e le dinamiche dell’arte del commercio dei cavalli.
 
Successivamente prende contatti con un uomo di cavalli belga, Stephan Conter, ancora oggi importante esportatore di ottimi soggetti dal Belgio, grazie al quale Davide fa esperienza di un modo di lavorare, allevare e gestire i cavalli più all’avanguardia e più efficace rispetto al metodo italiano.
 
Contemporaneamente lavora per l'ingegner Luigi Cimolai, proprietario di una scuderia di Pordenone (nonchè dell'industria di carpenteria di grande successo che porta il suo nome), diventando anche istruttore della figlia Paola, talentuosa amazzone azzurra. È in questo periodo che arrivano i primi risultati importanti della sua carriera agonistica, anche grazie agli ottimi cavalli messi a disposizione da Cimolai stesso.
 
Ed è sempre in questo periodo che conosce il suo primo sponsor, Fiamma Gabelli, che acquista la Scuderia Albaretta dove Dindo lavora tutt’ora. La Gabelli gli mette a disposizione eccellenti cavalli con i quali partecipa ai più prestigiosi appuntamenti in Italia e all’estero.
 
Ed è proprio per meriti sportivi che a 30 anni gli viene riconosciuto il titolo di Istruttore Federale di Salto Ostacoli. Tra gli allievi che gli hanno dato maggiore soddisfazione nel tempo si citano Stella Brugnone, Filippo Cimitan, Sandro Pasquali e tanti altri giovani cavalieri che si sono distinti in numerosi concorsi e campionati regionali e italiani.
 
Nel 2006 costituisce, insieme ai coniugi Menazzi, la D&D Cavalli, società di compravendita cavalli attraverso la quale ricerca e acquista i soggetti giusti per sé e per i propri clienti. Il notaio Menazzi, contagiato dalla grande passione della moglie Daniela, diventa il principale sponsor di Davide, e mette a disposizione il Circolo Ippico Friulano (a Udine, di sua proprietà) a Lucia Vizzini, altra grande amazzone italiana, nonché moglie di Davide dal 2003.
 
Nel biennio 2007 – 2008 Davide raggiunge l’apice della propria carriera agonistica, trovando un’intesa perfetta con la sua qualitativa baia Merveille de Muze, cavalla belga del 1996 dal carattere forte e competitivo. E' con lei che nel 2007 e nel 2008 gareggia, tra l'altro, anche a Piazza di Siena a Roma, probabilmente il più prestigioso appuntamento agonistico italiano.